Chrysler Airflow Eight Sedan – 1934

Chrysler Airflow


Chrysler Airflow Eight Sedan – 1934


Marca : Chrysler
Modello : Airflow
Versione : Sedan
Anno : 1934
Telaio N. : 6597265
Motore N. : C17-3113
Esemplari prodotti :
Designer : Carl Breer
Motore : 8 cilindri in linea
Cilindrata : 5.300 cc
Distribuzione : L-Head
Valvole Cilindro : 2
Alimentazione : 1 carburatore
Potenza : 122cv a 3.400 giri/min
Top speed Km/h : 145


Auction Results
2014 – Moto City – RM Sotheby’s – Invenduta


La Chrysler Airflow è stata la prima autovettura ad essere disegnata privilegiando l’aerodinamica piuttosto che il design. Era prodotta dal costruttore statunitense Chrysler e commercializzata sia con marchio Chrysler sia con quello De Soto.
L’Airflow, progettata nella galleria del vento, aveva forme che seguivano prettamente criteri aerodinamici, piuttosto che estetici. Questa caratteristica ne pregiudicò il successo, e il modello non ottenne mai i favori dei potenziali acquirenti. La Airflow fu commercializzata dalla Chrysler, in chiave lussuosa, e dalla De Soto, sottomarca economica della Chrysler. Quella della Chrysler montava un 8 cilindri a valvole laterali, mentre quella della De Soto un economico 6 cilindri, entrambi in linea. Nel suo primo anno di vita furono vendute solo 11.292 unità della Chrysler Airflow e 13.940 delle economiche De Soto. Le cifre non migliorarono nemmeno dopo il restyling della parte anteriore e degli interni. Nel 1936, ultimo anno di produzione, furono vendute solo 6.285 Chrysler e 5.000 De Soto.

  • Le ruote: Il fatto di essere stata progettata nella galleria del vento comportò nella Chrysler Airflow molte conseguenze a livello estetico. Una delle più evidenti fu la parte di carrozzeria che copriva le ruote posteriori. Anche le sue contemporanee europee, come la Peugeot 402 o la Tatra 77, scelsero questa soluzione aerodinamica.
  • Gli interni: Nella maggior parte delle automobili il motore occupava lo spazio tra l’abitacolo e l’asse anteriore. Ovviamente, questa disposizione diminuiva lo spazio a disposizione dei passeggeri. Per migliorare questo inconveniente, il motore della Chrysler Airflow fu montato sopra l’asse anteriore.


 

 

2177 Total Views 3 Views Today