Ferrari 500 Superfast serie II – 1966

Ferrari 500 Superfast serie II - 1966


Ferrari 500 Superfast serie II – 1966


Marca : Ferrari
Modello : 500 Superfast
Versione : Serie 2
Anno : 1966
Telaio N. : 8459 SF
Motore N. : 70 SA

Esemplari prodotti : 12 della seconda serie
Designer : 
Carrozzeria : 
Motore : 12 cilindri a V di 60°
Cilindrata : 4.962 cc
Distribuzione : SOHC
Valvole Cilindro : 2
Alimentazione : Carburatori
Potenza : 400 CV a 6500 giri/min
Top speed Km/h : 280


Auction results
2018 – Monterey – RM Sotheby’s – unsold


Mostrata al pubblico per la prima volta al Salone dell’automobile di Ginevra del 1964, la Ferrari 500 Superfast è stata l’ultimo modello Ferrari costruito in serie limitatissima per clientela selezionata. Infatti, gli impianti della Casa automobilistica di Maranello si stavano sempre più convertendo alla produzione di linea. Ne furono costruiti 36 esemplari, più una 330 GT 2+2 con il design della carrozzeria della 500 Superamerica, consegnata al principe Bernardo d’Olanda. Altri acquirenti famosi di questo costoso modello (il suo prezzo era doppio rispetto ad una Rolls-Royce) furono Peter Sellers e Mohammad Reza Pahlavi.

Il design della vettura derivava da quello della 400 Superamerica, ed era stato concepito da Pininfarina. Il modello possedeva ruote a raggi, anche se all’epoca la Ferrari aveva già iniziato a montare cerchioni di lega leggera. Era disponibile sia con guida a sinistra che a destra. Con quest’ultima configurazione ne furono prodotti otto esemplari.

La cifra “500” nella denominazione del modello richiamava la cilindrata totale del motore, che era di 5 litri, e non quella unitaria. In genere, infatti, la Ferrari denominava le sue vetture riferendosi a quest’ultima. Questo propulsore era stato concepito e prodotto specificatamente per la 500 Superfast. Derivava marginalmente dai motori a “blocco lungo” progettati da Aurelio Lampredi, di cui condivideva solo la distanza tra gli assi dei cilindri. Infatti, il motore traeva soprattutto origine da quelli di Gioacchino Colombo a “blocco corto”.



 

659 Total Views 2 Views Today