Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este – 1951

Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este - 1951


Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este – 1951


Marca : Alfa Romeo
Modello : 6C 2500
Versione : Super Sport
Anno : 1949
Telaio N. : 915.910
Motore N. : 928.321
Body N. : 3549
Esemplari prodotti : 36
Designer : Carlo Felice Bianchi Anderloni
Carrozzeria : 
Motore : 6 Cilindri in linea
Cilindrata : 2.443 cc
Distribuzione : DOHC
Valvole Cilindro : 2
Aspirazione : 3 Carburatori Weber
Potenza : 105 CV a 4.800 giri/min
Top speed Km/h : 165


Auction Result
2016 – Parigi – RM Sotheby’s – unsold
2018 – The Zoute Sale – Bonhams – € 460,000


La 6C 2500 rappresentò per l’Alfa Romeo il canto del cigno per le auto artigianali. Quando debuttò nel 1939, come la terza serie dei modelli equipaggiati con il leggendario sei cilindri in linea di , gli ingegneri che la progettarono non avevano immaginato che essa sarebbe stata l’ultima delle Alfa costruite a mano.

Grazie alle modifiche apportate al motore e al rinnovato sistema di pompaggio del carburante, la 6C 2500 fu la prima Alfa Romeo stradale capace di raggiungere i 160 km/h. In aggiunta alla ragguardevole velocità di punta, beneficiava delle sospensioni indipendenti su tutte e quattro le ruote, con le anteriori a molle elicoidali e le posteriori ad alberi oscillanti con barre di torsione. L’Alfa Romeo proseguì la sua tradizionale offerta di vari potenziamenti per le auto della gamma, che partiva con la Turismo da 87 cavalli, fino alla Super Sport o SS, con 110 cavalli, per culminare con la Tipo 256 pronto corsa che disponeva di 120 cavalli. La 6C 2500 riscosse molto successo ed incontrò subito i favori della selezionata clientela di alto rango. Nonostante fossero ancora visibili gli effetti della guerra, l’Alfa Romeo forniva ancora gli chassis spogli ai vari carrozzieri per la realizzazione di auto su musura.

La prima versione della 6C 2500 fatta dopo la guerra era la Freccia d’Oro, carrozzata dalla Fabbrica, che montava la stessa meccanica delle 6C 2500 anteguerra. Tre anni più tardi, nel 1949, l’Alfa Romeo presentò la Berlinetta Villa d’Este con carrozzeria Superleggera della Touring di Milano. L’Alfa scelse il nome “Villa d’Este” dopo che questo modello vinse il Concorso d’Eleganza, tenuto nell’omonimo resort sul Lago di Como, nel norditalia. La 6C 2500 Super Sport Coupé Villa d’Este del 1949 stupì il pubblico e vinse il Gran Premio Referendum, per l’auto preferita dai visitatori.

Tra il 1949 e il 1952 furono costruite solamente trentuno Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este Coupé, a cui si aggiunsero cinque cabriolet. La produzione della 6C 2500 terminò nel 1952 (tranne per un paio di auto preparate per le competizioni, costruite nel 1953) e rappresentò il capitolo finale delle leggendarie Alfa Romeo artigianali.



 

2450 Total Views 5 Views Today